cervelloNei giorni 14-20 Marzo 2016 ricorre la “Settimana del Cervello”, campagna di informazione promossa dalla European Dana Alliance for the Brain in Europa, dalla Dana Alliance for Brain Initiatives negli Stati Uniti e dalla Società Italiana di Neurologia (SIN) in Italia.

L’evento quindi, frutto della collaborazione coordinata delle società neuroscientifiche di tutto il mondo, si propone come obiettivo principale la diffusione della conoscenza e consapevolezza nei confronti del cervello.

Uno dei temi principali è la diagnosi precoce di diverse malattie neurodegenerative come le demenze (Alzheimer e non Alzheimer), la Sclerosi Multipla od il Parkinson; numerose sono le evidenze scientifiche che descrivono l’importanza di un intervento tempestivo sia in ambito diagnostico che riabilitativo, in quanto il precoce riconoscimento in fase pre-clinica di una patologia neurodegenerativa può consentire, intervenendo adeguatamente, di rallentarne il decorso. Per tale motivo la campagna viene promossa dal motto “il tempo è cervello” (time is brain). settimana del cervello 2016Una sempre maggiore attenzione è rivolta alla riserva cognitiva cerebrale (Brain Reserve), ossia alla capacità del nostro cervello di mantenere un livello adeguato di funzionamento in seguito a modificazioni fisiologiche, quali la perdita di neuroni legata all’invecchiamento “sano” oppure dovute a processi patologici di natura vascolare o dementigena, come nell’Alzheimer. La scienza ha dimostrato che tale “riserva cognitiva” non è esclusivamente dovuta a fattori genetici, ma è strettamente legata a numerosi fattori di tipo ambientale, che sono in grado di modificarla positivamente o negativamente: l’attività fisica, l’alimentazione, l’attività mentale, o le relazioni sociali, tutti concomitano a rendere più resistente il cervello ai fenomeni legati all’età nonché alle malattie del cervello.

Ulteriori temi di rilievo sono rappresentati dalla plasticità del cervello o neuroplasticità, dalle emozioni e dal rapporto di comprensione e controllo che l’individuo ha con le stesse, meccanismi essenziali per il benessere e la sopravvivenza.

Anche quest’anno aderisco all’iniziativa, offrendo nel mese di Marzo un incontro gratuito orientato ad approfondimenti sul tema ed un rapido screening delle abilità cognitive. Sul sito della Società Italiana di Neurologia (SIN) invece, è possibile accedere al manifesto e programma delle innumerevoli iniziative a livello nazionale.